mercoledì 16 gennaio 2013

Come Guernica su di un francobollo

Non lo faccio da più di un mese, cosa per me rara. Manco d'estate, con i quasi tutti i cinema chiusi, riesco a stare lontano così a lungo dalla sala cinematografica. Per una serie di cose, è andata così, e allora ho provato a vedere qualche film in tv, per attenuare i problemi d'astinenza. Ho trovato pure Apocalypse Now, un film immenso, visto al cine più di dieci anni fa,  quello restaurato con dei pezzi in più. La versione circolata su Rai4 è quella originale (del resto il titolo dell'altra è Apocalypse Now Redux), e mi ha deluso enormemente. Un film così, sul  piccolo schermo, perde tutta la sua grandezza; rimane solo Dennis Hopper che gigioneggia con la macchina fotografica in mano e Marlon Brando che filosofeggia: «Hanno addestrato i nostri bombardieri a gettare tonnellate di napalm sui civili ma se i nostri ragazzi scrivono "cazzo" sulle bombe allora s'indignano».
Vedere Apocalypse Now in televisione, è come ridurre il Guernica di Picasso su di un francobollo. Non lo farò più.

Etichette: , , , , , , , , ,

46 Commenti:

Alle 16 gennaio 2013 16:42 , Blogger Cirano ha detto...

bravo! Solo al cinema!

 
Alle 16 gennaio 2013 16:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Non vedo l'ora di tornarci, ma ho paura di non riuscirci fino a fine mese ... sto male, ho gli incubi, sudo freddo.

 
Alle 16 gennaio 2013 16:52 , Blogger guesswhatiminlove ha detto...

Mi sembra un paragone azzeccatissimo. Forse è per questo che per Natale ho deciso di regalarmi il dvd di questo capolavoro!

 
Alle 16 gennaio 2013 16:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Probabilmente il dvd avrà cose in più, da poter gustare meglio certi particolari, e avendo un megaschermo attenuerai la perdita ...ma per me, malato di cinema, è difficile vedere certi film in tv (lo stessa cosa è stato per Malcolm X di Spike Lee) Concordo, è un capolavoro.

 
Alle 16 gennaio 2013 16:58 , Blogger kermitilrospo ha detto...

io, che non l'avevo mai visto nemmeno al cine, l'ho apprezzato comunque.

 
Alle 16 gennaio 2013 17:03 , Blogger Elle ha detto...

Io non l'ho visto e non so bene cosa sia Rai4, vuoi dire che non ci sono interruzioni pubblicitarie? Perché quando ci sono quelle qualsiasi film è inguardabile!

 
Alle 16 gennaio 2013 17:08 , Blogger Alligatore ha detto...

@kemitilirospo
Un gran film comunque, ma dopo averlo visto al cine, non c'è paragone (sono passati più di dieci anni, il ricordo è ancora molto vivido).
@Elle
Rai4 è uno dei nuovi canali del digitale terrestre, dove fanno buoni film, ma ci sono le interruzioni pubblicitarie purtroppo ... essendo in crisi di astinenza da film, ho dovuto accontentarmi.

 
Alle 16 gennaio 2013 17:21 , Blogger La firma cangiante ha detto...

Penso che la pubblicità sia la vera assassina del cinema in TV. Ovvio che il grande schermo è un'altra cosa però io riesco a godermi anche le visioni a casa in DVD. Purtroppo la Tv invece è improponibile proprio a causa degli spot. Peccato che non gliene freghi nulla a nessuno.

 
Alle 16 gennaio 2013 17:34 , Blogger George ha detto...

Hai ragione Ally, ho avuto la stessa sensazione con Novecento di Bertolucci.

 
Alle 16 gennaio 2013 18:41 , Blogger Vera ha detto...

Apocalypse
Blade runner
900 1 e 2

Cazzo che FILM, mica vampirelli vari

 
Alle 16 gennaio 2013 18:51 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Hai ragione, io però a volte stringo i denti e lo faccio lo stesso. Piuttosto che non vederlo del tutto, un film, almeno me lo guardo in dvd.

 
Alle 16 gennaio 2013 20:18 , Blogger chaillrun ha detto...

su rai premium ho visto la serie completa VIRGINIA LA MONACA DI MONZA :)
non fa testo lo so ;)

 
Alle 16 gennaio 2013 20:24 , Blogger Alligatore ha detto...

@LaFirmaCangiante
Concordo sul fatto che la pubblicità sia una rottura, e sui canali Rai dovrebbe essere limitata tra il primo e il secondo tempo. Pagando il canone, è il minimo...
@George
Pure io ho visto Novecento (atto I e atto II) tutto in un pomeriggio al cinema. Esperienza magica, in tv non ci penso manco di sfuggita.
@Vera
Confesso di non aver mai amato Blade Runner (forse perchè l'ho visto solo in tv)...ma adoro Philp K. Dick.
@Silvia
Erano anni che non "stringevo i denti", per dirla come te, ma l'ho dovuto fare, recuperando alcuni film persi e altri già visti (questo e il Malcolm X di Lee, Il Caimano, alcuni cartoon)... spero di riuscire a liberarmi e a tornare al cine.

 
Alle 16 gennaio 2013 20:26 , Blogger Alligatore ha detto...

@Chaillrun
Abbiamo postato quasi insieme, che ti noto solo ora ...direi che tu fai sempre testo, e se questa "Virginia monaca...", è un prodotto fatto per la tv, è perfetta per la tv. Diversa cosa per certi film, nati per il grande schermo, dove in tv, sono fuori.

 
Alle 16 gennaio 2013 20:28 , Blogger Ciccola ha detto...

Io lavoro in un cinema, ma nelle (poche) sere libere preferisco guardarmi un bel film sul divano! Ho un segreto: MySky HD e tv grande :)

 
Alle 16 gennaio 2013 20:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Ecco un punto di vista interessante, perché vede il cinema da un altro punto di vista ... in questo caso non posso darti torto, anche perché la tua visione si avvicina ad una visione "da cinema".
p.s. io un tempo amavo le patate fritte, poi ho lavorato in una tavola calda, e l'avevo sotto il naso tutto il giorno ... da allora le detesto.

 
Alle 16 gennaio 2013 20:36 , Blogger chaillrun ha detto...

concludo il mio commento... visto che era una fiction a puntate, mi sono vista la prima parte tutta "teorica", mentre la seconda parte "pratica" m'ero addormentata sul divano.
mi sono svegliata che già stava partorendo .. capisci la mia delusione ora?
;)
ps.: quando vuoi ti do uno strappo...

 
Alle 16 gennaio 2013 20:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah deve essere stata molto interessante allora ... ti confesso che anche al cine qualche volta ho dormito (le ultime due volte con due film con protagonisti dei religiosi, bei film a dire il vero - Uomini di dio e Il villaggio di cartone-, ma a tratti ho dormito alla grande ... che siano le tonache soporifere per noi?)
p.s.
certo, adoro le donne al volante.

 
Alle 16 gennaio 2013 20:53 , Blogger chaillrun ha detto...

al cine ho dormito in sala mentre davano "Il Dittatore": però dalla mia ho che non era una gran pellicola ;)
io e la mia macchina ti aspettiamo ..

 
Alle 16 gennaio 2013 21:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Il dittatore l'ho saltato, non m'ispirava... e restando in argomento, ti consiglo Il dittatore dello stato libero di Bananasdi Allen, e Il grande dittatore di Chaplin, se ti mancano ... bene, bene, pronto a delle zingarate con Chaillrun.

 
Alle 16 gennaio 2013 21:13 , Blogger chaillrun ha detto...

il secondo visto, allora seguo tuo consiglio e guardo il primo... pronto? ;)

 
Alle 16 gennaio 2013 21:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Finisco di ascoltare i Prozac+ e si parte ;)

 
Alle 16 gennaio 2013 21:19 , Blogger chaillrun ha detto...

tutta la loro discografia? ;)

 
Alle 16 gennaio 2013 21:21 , Blogger Babol ha detto...

Mai paragone fu più azzeccato!
E ti dirò, anzi, che uno dei miei desideri più grandi è che ridiano al cinema tutti i film di Kubrick, così come stanno riproponendo altri grandi classici!

 
Alle 16 gennaio 2013 21:28 , Blogger Alligatore ha detto...

@Chaillrun
No, solo Baby , che ho trovato da un'amica blogger viva ;)
@Babol
Sì, spero, l'unica sarebbe beccare qualche festival ... al cine, di Kubrick sono riuscito a vedere solo Eyes Wide Shut visto due volte. Tra i miei preferiti in assoluto.

 
Alle 16 gennaio 2013 21:30 , Blogger chaillrun ha detto...

... amico ;)

 
Alle 16 gennaio 2013 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

... :*

 
Alle 16 gennaio 2013 23:05 , Blogger bibliomatilda ha detto...

Va beh...il cinema! Guarda, mi dispiace, ma l'audio! l'audio dei cinema nella mia città è orrendo! se uno ha problemi di udito, dalla nascita, più o meno, non per vecchiaia :-)...beh, il cinema scordatelo! e allora, vuoi mettere, seduta sul divano, con le cuffie perduta dietro a quegli scenari, alla distruzione e alla bellezza, alle parole che a volte immagini, a volte ricordi, a volte modifichi...anche il cinema è immaginazione!
non c'è più nulla di sacro!? :-))))
Apocalypse è bellissimo!

 
Alle 16 gennaio 2013 23:13 , Blogger Kylie ha detto...

Neppure io riesco a stare lontana dal cinema, neppure d'estate.

Bacio

 
Alle 16 gennaio 2013 23:19 , Blogger Haldeyde ha detto...

Per me il cinema da alcuni anni è portare mia figlia a vedere i vari cartoni animati in computer grafica.

 
Alle 16 gennaio 2013 23:36 , Blogger Alligatore ha detto...

@Biblio
Problema grosso quello che mi segnali, il cinema deve essere in grado di proiettare al meglio le pellicole, altrimenti non è serio. Detto questo, le cuffie le metto solo in piscina e sul logo del mio avatar, per il resto ci sento bene con le mie orecchie. Apocalypse Now è un capolavoro della settima arte, fuori da quel contesto perde il 90% del suo senso. Questo per me è il sacro (e anche il profano).
@Kyl
Brava, e poi tu hai pure un bel festival vicino ;)
Bacio.
@Halde
... che sono molti diversi da quelli che facevano quando eravamo bambini noi. Di cartoon di recente al cine ho visto Hotel Transylvania, in tv rivisto Asterix

 
Alle 16 gennaio 2013 23:56 , Blogger Adriano Maini ha detto...

Ma é pur sempre uno dei film più belli mai girati nella storia! Così almeno sembra a me, tapino, che specie i film ormai vecchi li devo vedere in formato ridotto casalingo...

 
Alle 17 gennaio 2013 00:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Dici bene, è, e rimane, uno dei più bei film della storia del cinema, ma vederlo in tv, perde il suo fascino (è come vedere in un museo, Guernica, e poi rivederlo su di una riproduzione, su di uno schermo, su di un francobollo). Rimane la sua grandezza, ma preferisco rimanere con il ricordo della visione nel suo ambiente naturale. Fisime da cinefilo ;)

 
Alle 17 gennaio 2013 11:17 , Blogger Maude ha detto...

In effetti.. io l'ho rivisto sul grande schermo casalingo, uno dei pochi lussi che io e marito ci siamo concessi, e devo dire che non riesco neanche a immaginarmelo su uno schermo piccolo.
Ma anche a livello di audio, intendo.

 
Alle 17 gennaio 2013 13:12 , Blogger Andrea ha detto...

Adesso che lavoro in un cinema riesco a vedermi qualche film ed è tutta un'altra storia (al mattino, quando c'è la stampa e stacco dal lavoro è ancora meglio).

E ti dico, son riuscito a vedere I cancelli del cielo al cinema. Straordinario ally, tutta un'altra storia.

 
Alle 17 gennaio 2013 14:32 , Blogger Ernest ha detto...

ci sono alcuni film nati esclusivamente per il grande schermo...

 
Alle 17 gennaio 2013 15:54 , Blogger Sole ha detto...

No ally, esci, datti una scrollata!!!!
Il cinema c ha il,suo fascino, il film avvolge e non distrae nulla.., vorrei peròabolire patatinee popcorn, rumoreggiano troppo....e quel poveraccio che mi ha abbordata durante i titoli di coda di lo Hobbit ,,,, ecco, continuare a farsi cavoli propri, no???

 
Alle 17 gennaio 2013 21:15 , Blogger Felinità ha detto...

Io invece Ally ho problemi al cinema perchè non c'è rispetto per il film stesso, titoli di coda saltati con le luci che già si accendono dopo il fine, suono troppo alto, cell che squillano, odore di pop corn che vaga, commenti stupidi, etc etc ho il ricordo di Il banchetto di nozze e Mistic River come un incubo, e per me anche la pausa primo e secondo tempo mi rompe ritmo ed emozione. Perciò al cinema sarebbe bello se soli ( mi è capitato di vede Blade Runner sola in una sala : perfetto ! ) . A casa posso ricreare un "tempio" in cui il film è il protagonista. Un bacio

 
Alle 17 gennaio 2013 23:22 , Blogger Alligatore ha detto...

@Maude
Sì, un grande schermo è meglio che uno piccolo, per audio e video, hai ragione, ma IL GRANDE SCHERMO è imbattibile ... ci vado 1 o 2 volte a settimana, a parte certi periodi come questo. Una malattia, e finché l'avrò in casa un piccolo schermo spesso e volentieri spento.
@And
Non sai quanto ti invidio: per il lavoro che fai e per I Cancelli del cielo, altro grande, immenso, gigantesco, deboradante film ... giàsai.
@Ernest
Hai riassunto perfettamente il mio pensiero
@Sole
Ah, ah, ah, vorrei darmi una scrollata, ma per ora non posso ... sopporto tutto, quando mi siedo al cine sprofondo nel film davanti, come i Sognatori di Bertolucci. Nessuno tenta poi di abbordarmi ;)
@Felinità
Lo sapevo di questa nostra profonda diversità. Io ho la fortuna di avere orari di lavoro strani, che mi permettono di andare al cine anche di pomeriggio, a volte con 4 o 5 spettatori (qualche volta anche da solo) e di gustarmelo in santa pace, sgranocchiando pop-corn (scherzo, non mi piace mangiare al cine). Invidio anche te, Blade Runner, come dicevo su, a me non è mai piaciuto (non è un mio cult), ma se lo avessi visto al cine forse ...

 
Alle 18 gennaio 2013 11:55 , Blogger Silvia ha detto...

Io non l'avevo mai visto, l'ho visto per la prima volta l'altra settimana quando l'hanno dato in tv. E' effettivamente un film che ha segnato la storia, geniale per alcuni versi, anche se il genere non è decisamente il mio. Immagino come dici tu che vederlo sul grande schermo faccia tutto un altro effetto.

 
Alle 18 gennaio 2013 17:31 , Blogger mark ha detto...

Con un 60 polllici poltrone anatomiche e pop corn risolvi il problema, poi se mi paghi il biglietto ti offro anche il servizio..."Sembra avere il cinema in casa" ;-)

 
Alle 18 gennaio 2013 17:39 , Blogger Alligatore ha detto...

@Silvia
Mi fa piacere che l'hai visto anche tu, e con te altri che sono passati sul blog. Io credo di averlo visto tre o quattro volte: le prime due in tv, da piccolo, poi al cine, versione lunga, e ora in tv. Il ricordo di quella al cine è ancora vivo, dici bene:fa tutto un altro effetto.
@Mark
...ma voglio anche la giusta compagnia ;)

 
Alle 18 gennaio 2013 19:26 , Blogger irene spagnuolo ha detto...

Nonostante la crisi quello che ancora fa reggere il cinema è proprio questo...certi film in tv perdono tutto. O molto.

 
Alle 18 gennaio 2013 20:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, il cinema resiste, è un'arte da vedere nel luogo preposto ... il resto si avvicina, ma non raggiunge. Poi, tra le varie cose, non è aumentato come costo, ci sono sconti in alcuni giorni, si possono avere agevolazioni ...vola al cinema. Io ci torno, finalmente, la prossima settimana.

 
Alle 20 gennaio 2013 10:09 , Blogger Manina Futura ha detto...

Il Cinema è il Cinema, c'è poco da aggiungere. Qui a Torino ci andiamo spesso, in media una volta alla settimana, è una buona abitudine dei torinesi :)

 
Alle 20 gennaio 2013 13:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Bravi, credo sarebbe bello fosse così in ogni città ... pure io lo faccio uno o due volte a settimana.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page