domenica 31 agosto 2014

Quanti di questi libri hai letto?

Gira in Rete da qualche tempo un giochino riguardante la lettura di libri. Nasce da un assunto della prestigiosa BBC (si diceva così una volta, non so se lo sia ancora), che ha stilato un elenco di 100 libri "importanti" (lo sono veramente?... facciamo finta), affermando che la maggior parte delle persone ne ha letti solo 6. Il mio orgoglio di lettore è diventato grosso, scoprendo che io ne ho letti ben 22. La lista non è quella originaria della BBC del 2008, ma una più recente, attualizzata alla realtà italica dalla fantasia (poca?... troppa?) del "popolo di Internet". Provate anche voi, vediamo quanto vi gonfierete ... potete poi farne anche un post vostro.
Le regole da seguire sono
1. Mettere come immagine del post quella qui sopra;
2. Citare il blog dove l'avete trovato. Io l'ho trovato qui;
3 Copiare la lista segnalando le vostre letture così:
- Libri letti (in verde, sono passati al semaforo del vostro cervello)
- Libri lasciati a metà (in rosso, si sono fermati al semaforo... ripartirete?)
- Libri in nero (mai letti, avete trovato una rotonda al posto del semaforo).

QUESTA LA LISTA


1.    Il Profeta – Kahlil Gibran

2.    Harry Potter – JK Rowling

3.    Se questo è un uomo – Primo Levi

4.    La Bibbia

5.    Cime Tempestose – Emily Bronte

6.    1984 – George Orwell

7.    I Promessi Sposi – Alessandro Manzoni

8.    Orgoglio e Pregiudizio – Jane Austen

9.    La Divina Commedia – Dante Alighieri

10.  Piccole Donne – Louisa M Alcott

11.    Lessico Familiare – Natalia Ginzburg

12.    Comma 22 – Joseph Heller

13.    Il Signore degli Anelli – J.R.R. Tolkien

14.    L’opera completa di Shakespeare

15.    Il Giardino dei Finzi Contini – Giorgio Bassani     

16.    Lo Hobbit – JRR Tolkien

17.    Il Nome della Rosa – Umberto Eco

18.    Il Gattopardo – Tommasi di Lampedusa

19.    Il Processo – Franz Kafka

20.    Le Affinità Elettive – Goethe

21.    Via col Vento – Margaret Mitchell

22.    Il Grande Gatsby – F. Scott Fitzgerald

23.    Bleak House – Charles Dickens

24.    Guerra e Pace – Leo Tolstoy

25.    Guida Galattica per Autostoppisti – Douglas Adams

26.    Brideshead Revisited – Evelyn Waugh

27.    Delitto e Castigo – Fyodor Dostoyevsky

28.    Odissea – Omero

29.    Alice nel Paese delle Meraviglie – Lewis Carroll

30.    L’insostenibile leggerezza dell’essere – Milan Kundera

31.    Anna Karenina – Leo Tolstoj

32.    David Copperfield – Charles Dickens

33.    Le Cronache di Narnia – CS Lewis

34.    Emma – Jane Austen

35.    Cuore – Edmondo de Amicis

36.    La Coscienza di Zeno – Italo Svevo

37.    Il Cacciatore di Aquiloni – Khaled Hosseini

38.    Il Mandolino del Capitano Corelli – Louis De Berniere

39.    Memorie di una Geisha – Arthur Golden

40.    Winnie the Pooh – AA Milne

41.    La Fattoria degli Animali – George Orwell

42.    Il Codice da Vinci – Dan Brown

43.    Cento Anni di Solitudine – Gabriel Garcia Marquez

44.    Il Barone Rampante – Italo Calvino

45.    Gli Indifferenti – Alberto Moravia

46.    Memorie di Adriano – Marguerite Yourcenar

47.    I Malavoglia – Giovanni Verga

48.    Il Fu Mattia Pascal – Luigi Pirandello

49.    Il Signore delle Mosche – William Golding

50.    Cristo si è fermato ad Eboli – Carlo Levi

51.    Vita di Pi – Yann Martel

52.    Il Vecchio e il Mare – Ernest Hemingway

53.    Don Chisciotte della Mancia – Cervantes

54.    I Dolori del Giovane Werther – J. W. Goethe

55.    Le Avventure di Pinocchio – Collodi

56.    L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafon

57.    Siddharta – Hermann Hesse

58.    Il mondo nuovo – Aldous Huxley

59.    Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte – Mark Haddon

60.    L’Amore ai Tempi del Colera – Gabriel Garcia Marquez

61.    Uomini e topi – John Steinbeck

62.    Lolita – Vladimir Nabokov

63.    Il Commissario Maigret – George Simenon

64.    Amabili resti – Alice Sebold

65.    Il Conte di Monte Cristo – Alexandre Dumas

66.    Sulla Strada – Jack Kerouac

67.    La luna e i Falò – Cesare Pavese

68.    Il Diario di Bridget Jones – Helen Fielding

69.    I figli della mezzanotte – Salman Rushdie

70.    Moby Dick – Herman Melville

71.    Oliver Twist – Charles Dickens

72.    Dracula – Bram Stoker

73.    Tre Uomini in Barca – Jerome K. Jerome

74.    Notes From A Small Island – Bill Bryson

75.    Ulisse – James Joyce

76.    I Buddenbroock – Thomas Mann

77.    Il buio oltre la siepe – Harper Lee

78.    Germinale – Emile Zola

79.    La fiera delle vanità – William Makepeace Thackeray

80.    Possession – AS Byatt

81.    A Christmas Carol – Charles Dickens

82.    Il Ritratto di Dorian Gray – Oscar Wilde

83.    Il Colore Viola – Alice Walker

84.    Quel che resta del giorno – Kazuo Ishiguro

85.    Madame Bovary – Gustave Flaubert

86.    A Fine Balance – Rohinton Mistry

87.    Charlotte’s Web – EB White

88.    Il Rosso e il Nero – Stendhal

89.    Le Avventure di Sherlock Holmes – Sir Arthur Conan Doyle

90.    The Faraway Tree Collection – Enid Blyton

91.    Cuore di tenebra – Joseph Conrad

92.    Il Piccolo Principe– Antoine De Saint-Exupery

93.    The Wasp Factory – Iain Banks

94.    Niente di nuovo sul fronte occidentale – Remarque

95.    Un Uomo – Oriana Fallaci

96.    Il Giovane Holden – Salinger

97.    I Tre Moschettieri – Alexandre Dumas

98.    Amleto– William Shakespeare

99.    La fabbrica di cioccolato – Roald Dahl

100.  I Miserabili – Victor Hugo

L'elenco originale della BBC è qui. Entrambi gli elenchi sono discutibili. Discutiamone. Io ho notato, inevitabilmente, un eccessiva presenza di libri del mondo anglosassone, troppi bestseller, la dimenticanza di scrittori per me grandi, quali Bukowski, Fante, Paasilinna, Auster, Chandler,  o di nomi riconosciuti a livello internazionale tipo Saramago, Amado, Céline. Avrei messo un solo Marquez (Cent'anni di solitudine), un solo Goethe (I dolori del giovane Werther), un solo Dickens (Oliver Twist), un solo Tolkien (Il signore degli anelli) e al loro posto inserito La nausea di Sartre, Maus di Art Spiegelman, Triste solitario y final di Osvaldo Soriano, La svastica sul sole di Philip K. Dick . L'opera da tre soldi di Bertold Brecht, che sto leggendo, avrebbe dato più peso specifico, magari togliendo Il diario di Bridget Jones. Al posto de Il vecchio e il mare avrei messo Addio alle armi, sempre di Hem. Nella lista italiana non ho capito perché sia stato tolto Stephen King e sia stata messa la Fallaci, o lasciati titoli che in Italia dicono poco anche a forti lettori. Al loro posto avrei messo un Pasolini, un D'Annunzio, e perché no, un Carlotto, un Terzani. Tondelli niente? Mozzi, Morozzi, Pezzoli e Zardi? Ovviamente sono considerazioni personali, tante altre, mentre scrivo, me ne vengono in mente... e voi, che ne dite? 

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

35 Commenti:

Alle 31 agosto 2014 11:36 , Blogger Romina Tamerici ha detto...

In tanti si sono lamentati della lista, però tu hai proposto delle alternative, almeno! Ahaha!

Che dici? Scriviamo alla BBC?
Grazie per aver continuato il "gioco" e per le belle perplessità esposte.

 
Alle 31 agosto 2014 11:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie, grazie a te per questo gioco. Quanto alle alternative che ho proposto, forse, è perché, oltre a lamentarmi, ho pure idee alternative sul mondo e la società, e inevitabilmente sui libri. Leggendo e rileggendo la lista, mi sono chiesto che criteri abbiano usato alla BBC (forse, i libri più letti, di successo, e, con stile british, hanno tagliato chi è troppo fuori, troppo estremo). Se scrivessimo alla BBC dovremmo dire loro questo...

 
Alle 31 agosto 2014 11:55 , Anonymous Silver Silvan ha detto...

Sono a quota 50. Ma leggendo prevalentemente classici e disprezzando quella contemporanea, per me sono pochi. Anche se nel vedere Harry Potter e Bridget Jones ho sobbalzato. Per non dire del Codice da Vinci. È letteratura quella? È intrattenimento. Di poco superiore ai romanzetti di Barbara Cartland, per quanto mi riguarda.

 
Alle 31 agosto 2014 12:25 , Blogger A.R. ha detto...

Sapevo già di questa lista e già su fb feci questa specie di giochino! Io sono messa abbastanza bene e ho approfittato di questa lista proprio per riprendere libri che non avevo mai letto...
Carinissima questa idea comunque! :)

 
Alle 31 agosto 2014 13:47 , Blogger kermitilrospo ha detto...

su buckosky e phil dick sono assolutamente d'accordo con te.

 
Alle 31 agosto 2014 15:49 , Blogger amanda ha detto...

Mi sono ubriacata leggendo la lista o manca Pennac con almeno un Malausséne,Julie Otsuka con Andavamo tutte per mare, Elizabeth Strout con Olive Kitteridge, dov'è John Irving con il mondo secondo Garp, Anne Tyler con viaggiatore involontario, Arundhati Roy con il dio delle piccole cose, Sidwa Bapsi con il talento dei parsi?
E la poesia dov'è la poesia se parliamo solo di libri e non di romanzi? La Szymborska, Mario Benedetti,Kavafis, Neruda, Mariangela Gualtieri, Strand dove sono? e Vasquez Montalban con il suo Pepe? e la prima Allende?
PS : ne conto 34 ma tanto per quanto uno conti sempre immenso è ciò che resta da leggere

 
Alle 31 agosto 2014 16:51 , Anonymous sandra ha detto...

Ne ho letti 30 e abbandonati 2 o 3.
Rimane una lista davvero sbilanciata.

 
Alle 31 agosto 2014 18:07 , Blogger Vera ha detto...

Ma come si fa a fare una lista? e come si fa a metterci il diario di Bridget Jones e niente di Virginia Woolf per esempioo.
Tristissimo
Quota 54, ma parto in vantaggio: sono vecchia

 
Alle 31 agosto 2014 20:04 , Blogger Alligatore ha detto...

@Silver Silvan
Concordo in pieno, come ho scritto in coda ai titoli, dopo il link alla lista originaria della BBC. Per niente autorevole in fatto di libri. Per me, "Harry Potter" e "Bridget Jones", sono intrattenimento, non letteratura.
@A.R.
Sì, lo considero solo un giochino
, che però mette in luce la pochezza intellettuale di istituzioni anglosassoni considerate autorevoli, dimostrando la loro ignoranza sul mondo e la storia.
@Kermit
Bukowski, BUKOWSKI! ... per gli amici Hank :)
@Amanda
Sì, condivido ampiamente il tuo stupore, a me continuano a venire in mente altri nomi: Handke, Carver, Sclavi ... però il problema, più sui nomi mancanti (con 100 posti liberi è impossibile mettere tutto il meglio della letteratura mondiale, è stato assurdo per loro il solo provarci), il problema è sui presenti, come dicevo sopra a Silver Silvan "Harry Potter" e "Il diario di Bridget Jones" se li potevano risparmiare...
@Sandra
Bella media ... e sulla lista sbilanciata, come ho detto in fondo al post e ribadito qui, concordo in pieno.
@Vera
54? ... ma non sei vecchia, sei un vero e proprio topo di biblioteca ;)
La lista è sbagliata, sia perché è assurdo voler mettere il meglio della letteratura mondiale in 100 titoli, sia per i nomi che ci hanno messo dentro. Direi poco, pochissimo autorevole la BBC.

 
Alle 31 agosto 2014 20:58 , Blogger la povna ha detto...

Non ne ho letti quindici, dei quali, credo, almeno otto/nove non credo di voler leggere.
Sì, è sicuramente una lista che risente di un contesto anglosassone di produzione e di riferimento, no matters how much si possa adattare, l'impronta rimane.

Dissento però su Harry Potter, che è altissima e ottima letteratura, qui da noi troppo spesso bistrattata.

 
Alle 31 agosto 2014 21:00 , Blogger Linda ha detto...

Di questa lista ne ho letti tanti, ma non arrivo alla metà. Questo vuol dire che ho molto da camminare, allora.
Felice che ci sia la Byatt al n. 80: un delizioso romanzo cronologicamente incrociato che non pensavo di trovare vicino ai grossi nomi!MA sai che il mio preferito è sempre e comunque il n.13. :)

 
Alle 31 agosto 2014 23:44 , Blogger Sara ha detto...

Mi piacerebbe fare un post analogo, ma stasera sono svogliata. In effetti una lista senza Bukowski mi lascia perplessa, ma poi in effetti è troppo anglosassone.

 
Alle 31 agosto 2014 23:56 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Sono d'accordo con te e con Amanda, questa lista è troppo anglocentrica e troppo virata sul commerciale. Il secondo difetto, a mio parere, resta più perdonabile del primo.

 
Alle 1 settembre 2014 07:22 , Blogger Kylie ha detto...

Di questa lista ne ho letti 31, a occhio e croce.

Buon inizio di settimana!

 
Alle 1 settembre 2014 09:04 , Anonymous Aldievel ha detto...

Ciao Ally, l'idea della lista non mi convince granché.
Ci sono molti classici (e questo ci può stare), ma mancano troppe cose. Tolkien, Dan Brown e Rowling non li riterrei proprio necessari. Tu che ne dici? :)

 
Alle 1 settembre 2014 10:07 , Blogger Giulio GMDB© ha detto...

Io di quella lista ne ho letti 14 però concordo che la scelta dei titoli è abbastanza opinabile...

 
Alle 1 settembre 2014 12:47 , Blogger Mariella ha detto...

Avevo già parlato di questo elenco molto tempo fa nel mio blog ma mi ero soffermata su quei classici che non abbiamo completato mai. Che ci sono rimasti sul gozzo e sono ancora lì con il segnalibro alla pagina su cui siamo fermi.
Ne ho letti tantissimi di quella lista. Di sicuro 50. E resto sorpresa ma fino ad un certo punto di non trovarne molti altri letti e amati. Italiani come Tondelli ( l'ho letto tutto ma che cacchio...) De Luca, Morante, Saviano. Stranieri come Williams o Serrano o Grossman.E ancora Roth,Carver,Franzen. Giusta la tua considerazione di togliere i doppioni e dare spazio ad altri.
Non ho trovato la lista italiana di cui parli!

 
Alle 1 settembre 2014 18:56 , Blogger Berica ha detto...

Ho fatto la mia lista e sono certa di averne letti 32, uno l'ho lasciato a metà e di alcuni non ricordo con precisione se li ho letti.
Concordo sulle lamentele riguardo le illustri assenze di Wolf, Bukowski, Pennac, Terzani, Vasquez Montalban, De Luca, Morante...
Denuncio l'assenza di Tabucchi, Saramago e Vassalli.
Grazie Ally per avermi fatto ripensare a tutti gli spendidi autori letti e non.

 
Alle 1 settembre 2014 19:20 , Blogger redcats ha detto...

36, tenedo conto che quasi mai un libro lo leggo tutto....vale lo stesso?

 
Alle 2 settembre 2014 00:21 , Blogger Alligatore ha detto...

@Lapovna
Lettrice fortissima, complimenti ... su Harry Potter ho dei grossi dubbi che sia letteratura, "altissima e ottima poi" ... ma posso sbagliarmi. Non avendolo letto ho pochi elementi, di sicuro è un ottimo prodotto di marketing.
@Linda
Be' insomma, arrivare a quasi la metà, mi sembra un bel risultato, da lettrice forte. Non conosco la Byatt, e non ho mai letto il n.13, che ha un sacco di appassionati lettori, una setta,che a volte invidio...
@Sara
Puoi farla quando vuoi... sì, come dicevo, mancano troppi grandi, a partire dall'amato Hank, e poi ci sono dei libri che mi chiedo come abbiano pensato di mettere...ma stiamo al gioco, consapevoli delle trappole.
@Silvia
Sì, concordo sulla frase, perché bene o male, i libri, la letteratura, fanno parte di un industria, industria culturale, ma pur sempre industria. Ne siamo consapevoli.
@Kyl
Grazie del contributo al sondaggio, anche se a occhio e croce ... buona settimana anche a te.
@Aldievel
Sì, come ho detto nel post e nei molti interventi, ci sono nomi che stonano per me con il concetto di letteratura, a partire da Rowling e Helen Fielding, ma anche altri. Tolkien non l'ho mai letto, è autore controverso, ma con un suo culto e seguito (dagli hippie alla destra), su Dan Brown confesso la mia ignoranza. Mi ha fatto molto ridere Winnie the Pooh, ma può essere che io sia ignorante completo, e questo sia un signor libro ...
@Giulio
Bel numero 14, e ovviamente concordo sull'opinabile...
@Mariella
Concordo sulla mancanza di nomi importanti, e sull'inutile ripetizione di altri nomi... sul lasciare libri a metà, credo che sia soggettivo, e dipenda anche dal periodo che uno attraversa (troppi impegni, lavori da fare, cose così, in grado di rompere l'attenzione sull'oggetto libro). La lista italica in realtà non parte dal blog che ho detto, questo l'ha ripreso, qui trovi il post http://hermioneat.blogspot.it/2014/07/i-100-libri.html#comment-form, per continuare le ricerche... mi ero fidato dei blog che in precedenza avevano messo il post, sbagliando, e mi scuso, ma non dovrebbe essere distante). Lettrice forte anche tu, complimenti.
@Berica
Grazie a te, per gli altri nomi aggiunti all'elenco degli illustri assenti...lettrice forte anche tu, brava.
@Redcats
No, non vale, come vedi c'è una lista per quelli letti tutti, e una per quelli lasciati lì... se posso io un libro lo leggo tutto, questa è la regola (per me), lasciarlo a metà, è un'eccezione ;)

 
Alle 2 settembre 2014 00:23 , Blogger Elle ha detto...

Se questi sono i libri importanti e la maggior parte delle persone ne ha letti solo sei non è un dato negativo, anzi, potrebbe significare che la maggior parte delle persone ha letto tutti i libri veramente importanti che nella lista non ci sono ahahaha :D

Io comunque ne ho letti 43, compreso il Diario di Bridget Jones e, a questo punto, manca Uccelli di rovo. Poi il libro di Dickens s'intitola Canto di natale non christmas che.

Ce ne sono quattro che non ho mai finito, ma di questi solo uno non finirò mai: la bibbia.

E ce ne sono sette neri in attesa del verde: li ho a casa, prima o poi toccherà anche a loro.

E poi l'opera completa di Shakespeare è un titolo o include tutti i titoli? Perché se è così, l'Amleto è doppio ;)

 
Alle 2 settembre 2014 00:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, ti sapevo forte lettrice, e anche dotata di ironia. Hai detto una cosa fondamentale, che sottoscrivo: Se questi sono i libri importanti e la maggior parte delle persone ne ha letti solo sei non è un dato negativo, anzi, potrebbe significare che la maggior parte delle persone ha letto tutti i libri veramente importanti che nella lista non ci sono...concordo che in una lista così, Uccelli di rovo, poteva starci, ma su Dickens hanno fatto giusto (quello è il titolo originale). Sì,anche su Shakespeare hanno fatto una cosa che non capisco... allora nella mia ipotetica lista, potrei mettere L'opera completa di Brecht, e L'opera da tre soldi di Brecht? ;)

 
Alle 2 settembre 2014 00:50 , Blogger Elle ha detto...

Allora nella lista ci dovrebbero essere tutti i titoli in originale, perché in Italia Dickens è uscito con un titolo italiano (volevo dire questo).

 
Alle 2 settembre 2014 00:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì Elle, anche in questo, purtroppo, si denota una scarsa scientificità del tutto ... da questo, verrebbe voglia di proporre alla Rete, una riscrittura. Ma con quali basi? Che titoli si dovrebbe avere per farla? Ci rinuncio in partenza all'idea, però mi chiedo, gli esperti della BBC, che criterio hanno usato?

 
Alle 2 settembre 2014 01:04 , Blogger Elle ha detto...

Secondo me hanno fatto una lista generica in modo che ogni tipo di lettore (prescolare, frivolo, esigente, superficiale, uomo, donna, semianalfabeta) potesse trovarci almeno sei titoli letti, per rientrare nella statistica e poter dire che, purtroppo, si legge di meno e bisognerebbe incentivare la cultura, ad esempio con dei programmi tv (leggi BBC) appositi, finanziati dallo Stato o da un magnate generoso.

 
Alle 2 settembre 2014 01:05 , Blogger Elle ha detto...

Preciso: almeno sei titoli, ma non di più ;)

 
Alle 2 settembre 2014 01:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Credo che nelle ore tarde della notte vengano le migliori intuizioni. Concordo in pieno sulla tua tesi: ci avevo pensato, però non c'ero arrivato, ma ora che l'hai enunciata e scritta, non posso negare l'evidenza... è così, è così, grazie BBC ;)

 
Alle 2 settembre 2014 12:10 , Blogger mark ha detto...

Ci sono parecchi fuori luogo, e poi uniformare la lista senza prendere in considerazione le opere "nazionali" è a dir poco delittuoso.
Comunque sono arrivato a 17 e mi sono grattato a scanso di equivoci ^_^

 
Alle 2 settembre 2014 12:39 , Blogger La firma cangiante ha detto...

Ovviamente qualsiasi lista/elenco così limitato per un argomento vasto come questo diventa discutibile, presa come gioco va bene tutto invece, magari la prenderò proprio così e la riproporrò anche da me, ti anticipo che non sono messo affatto male :)

 
Alle 2 settembre 2014 21:27 , Blogger Sole ha detto...

Se non ho contato male ne ho letti 34 (tra cui Bridget Jones pur io!) e 4-5 incompiuti.
Le liste sono belle perchè sono sempre differenti da quello che faremmo noi. Sono belle per questo e comunque fanno riflettere e ricordare quello che avremmo messo noi! Quindi utili no? Sennò vuoi mettere che noia e conformismo se tutti fossimo d'accordo? :D

 
Alle 3 settembre 2014 02:06 , Blogger Alligatore ha detto...

@Mark
Cosa intendi per opere nazionali? italiche? Nella lista BBC non c'è manco l'ombra. Credo che, semplicemente, racchiudere in 100 titoli,tutta la letteratura mondiale, sia una follia. Bel numero iltuo, dai...
@La Lista Cangiate
Sì, credo sia questo il senso... quale altro? O forse sì ... ok, attendiamo il tuo post.
@Sole
Sì, è vero, ognuno di noi farebbe una lista diversa, e questo è bello... conformista mi è sembrata la lista targata BBC. 34? Anche tu lettrice forte.

 
Alle 4 settembre 2014 20:32 , Blogger Cri ha detto...

Non credo riuscirò a ribloggare il post, però il tuo mi piace molto, e concordo con tutte le tue osservazioni: a contare le mie risposte verdi mi senti una lettrice mooolto occasionale, tipo una che ha letto sì e no un libro all'anno :-D

 
Alle 5 settembre 2014 00:55 , Blogger Alligatore ha detto...

... un libro all'anno? Non ci credo ;)

 
Alle 26 settembre 2014 12:35 , Blogger Ernest ha detto...

Ah io sono arrivato a 21... con molti altri iniziati perché diciamocelo francamente alcuni sono dei mattoni incredibili.
Non è che classico è sinonimo di capolavoro... molte volte si parla dei classici ma vorrei sapere quanti in realtà li hanno finiti, iniziati magari si, magari sappiamo anche la trama, ma finiti...
Poi effettivamente mancano parecchi autori.
Comunque vorrei sapere se qualcuno ha davvero finito di leggere l'Ulisse di Joyce ahhhhhhh

 
Alle 27 settembre 2014 00:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Belle domande/considerazioni, che in buona parte faccio mie... una lista con troppe assenze e presenze ingiustificate. Soltanto un gioco, diciamo...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page