venerdì 27 dicembre 2013

Un anno al cinema ... il 2013

Robert De Niro - C'era una volta in America

Stagione molto bella al cinema, ricca di film che resteranno. Come diceva Rainer Werner Fassbinder, i film liberano la testa. Io quest'anno, al cinema, ne ho visti ben 49, quindi la testa me la sono liberata per bene, pure troppo. Quella che segue non è una classifica, ma semplicemente la lista di pellicole viste in ordine cronologico, da gennaio ad oggi. C'è un voto accanto, un voto dato il giorno dopo la visione, così, come mi ispirava sul momento, quindi senza un gran ragionamento dietro. Oggi, qualcosa magari cambierei, ma lascio così. Vediamo che ne pensate voi (se volete leggere mie note ad alcuni film, cliccate sopra al titolo colorato).

  1. Django Unchained di Quentin Tarantino  8,5
  1.  Lincoln di Steven Spielberg  7,5
  1.  The Impossibile di Juan Antonio Bayona  6,5
  1. Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow  7
  1. Promised Land di Gus Van Sant    8

  1. Gangster Squad di Rube Fleischer  6,5

  1. Re della terra selvaggia di Benh Zeitlin 6

  1. Educazione siberiana di Gabriele Salvatores 6,5

  1. La scelta di Barbara di Christian Petzold 7

  1. Il lato positivo di David O.Russell  7,5

  1. Gli amanti passeggeri di Pedro Almodovar 7

  1. Un giorno devi andare di Giorgio Diritti  8

  1. Hitchcock di Sacha Gervasi 7,5

  1. Amour di Michael Haneke 8,5

  1. Questa miniera di Valeria Allievi  8

  1. No Hay Lugar Lejano di Micelle Ibaven 7

  1. Messner – Der Film di Andreas Nickel  8,5

  1. Effetti collaterali di Steven Soderbergh  7,5

  1. La grande bellezza di Paolo Sorrentino 5,5

  1. C’era una volta in America di Sergio Leone 10

  1. Stoker di Park Chan – Wook 7,5

  1. The Loner Ranger di Gore Verbinski 7/8

  1. To be or not to be di Ernst Lubitsch 8,5+

  1. To the Wonder di Terence Malick 5

  1. No – I giorni dell’arcobaleno di Pablo Larrain 8

  1. L’intrepido di Gianni Amelio 6-

  1. Che strano chiamarsi Federico di Ettore Scola 7,5

  1. L’arbitro di Paolo Zucca 7

  1. Rush di Ron Howard  8

  1. Sacro Gra di Gianfranco Rosi 7

  1. Bling Ring di Sofia Coppola 7,5

  1. Gravity 3D di Alfonso Cuarón 7,5

  1. Animal House di John Landis 10

  1. Aspirante vedovo di Massimo Venier 7,5

  1. Anni felici di Daniele Luchetti 7,5

  1. Una piccola impresa meridionale di Rocco Papaleo 6,5

  1. Gloria di Sebastian Lelio 8,5

  1. Il quinto potere di Bill Condon 7,5

  1. La prima neve di Andrea Segre 7/8

  1. La vita di Adele di Abdellatif Kechiche 9

  1. Un castello in Italia di Valeria Bruni Tedeschi  7,5

  1. Giovane e bella Francois Ozon 8

  1. Machete Kills di Robert Rodriguez 7,5

  1. Venere in pelliccia di Roman Polanski 8

  1. Zoran, il mio nipote scemo di Matteo Oleotto 8,5

  1. L’ultima ruota del carro di Giovanni Veronesi 7

  1. In solitario di Christophe Offestein 6,5

  1. Blue Jasmine di Woody Allen 7/8

  1. Still Life di Uberto Pasolini 7/8

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

27 Commenti:

Alle 27 dicembre 2013 13:51 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Slurp! Quanti bei suggerimenti, grazie!

 
Alle 27 dicembre 2013 14:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Prego Silvia, sarà poi un piacere sentire qualche tuo parere, contrario o no ...

 
Alle 27 dicembre 2013 18:16 , Blogger Lucien ha detto...

Fra un po' arriverà anche la mia!
Vedendo il tuo voto, mi dispiace che sarà orfana de "La vita di Adele", ma la sera che dovevo andare ero cotto ed ho rinunciato per via delle 3 ore di durata.

 
Alle 27 dicembre 2013 18:45 , Blogger Linda ha detto...

Concordo assolutamente su Animal House (in casa lo abbiamo rivisto qualche giorno fa)su Amour e su Sacro Gra. Alla Grande Bellezza avrei dato di meno, ma l'ho particolarmente detestato.

(Io quest'anno ho visto La sposa Promessa di Rama Burshtein e sono rimasta incantata, un film da 10!)

 
Alle 27 dicembre 2013 20:13 , Blogger Alligatore ha detto...

@Lucien
Attendo di vedere quello che hai visto, spesso film che io non sono riuscito a vedere, come per te La vita di Adele, un film fantastico, che si regge sui primi piani dei volti delle protagoniste, veramente bravissime. Vero che è lungo, ma sono 3 ore piacevoli (volano).
@Linda
Sì, pure io ho detestato La grande bellezza, film che ha diviso molto, mi ha fatto fare il record di commenti e visite al blog, e rischia di vincere qualche Oscar. Con il senno di poi, potevo dare qualcosa di meno, hai ragione, ma sono uno di manica larga (non ho dato manco un 4). Animal House, l'ho visto un sacco di volte in TV, ma vederlo al cinema è stata una grande occasione, impagabile (un cult assoluto), come del resto i film di Leone e Lubitsch (mi piacciono questi recuperi al cine). Amour è stato un altro gran film dell'anno (magari meritava qualche voto in più), e pure Sacro Gra è un gran film, e anche qui qualche voto in più... ma come dicevo, i voti prendeteli con le pinze, sono poco meditati, buttati lì sull'onda dell'emozione... La sposa promessa mi manca... la cerco.

 
Alle 27 dicembre 2013 23:37 , Blogger Elle ha detto...

Cavoli, Alli, ancora tre e avresti fatto la media di uno a settimana! Ma l'anno non è ancora finito..
Io ne ho visti 32.. ma una decina, se non di più, in dvd.. non è la stessa cosa per lo spettatore, in ogni caso li ho visti!
Ora cerco questo Animal House che si è beccato un 10, ma mi pare di capire che non è un film di quest'anno..

 
Alle 28 dicembre 2013 00:24 , Blogger Sole ha detto...

Concordo con il film di Malick, che vidi alla mostra del cinema di Venezia lo scorso anno...delusione totale. Non ho la mia lista a portata di mano, ma domani voglio confrontare j voti! Pure io faccio come te :D

 
Alle 28 dicembre 2013 00:55 , Blogger Alligatore ha detto...

@Elle
No, ormai per quest'anno ho chiuso con il cinema, nei prossimi giorni sarò parecchio occupato ... hai una buona media anche tu, e sì, l'importante è vederli. Animal House (sparo a caso una data) è un film del '77, e assieme a C'era una volta in America (1980?), e To be or not to be (1940? ... se ho beccato le date, e giuro che non sono andato su google, vinco un biglietto per il primo film del 2014), fa parte dei magnifici 3 film del passato, visti al cinema (una bella e nuova iniziativa che sta prendendo piede anche da noi sempre più spesso).
@Sole
Sì, sarebbe stato da uova e verdura marcia a Venezia. Mi spiace per Malick, ma era meglio quando faceva un film ogni vent'anni ...vedremo, so già che per La grande bellezza non siamo sulla stessa lunghezza d'onda, ma forse è l'unico... sono curioso.

 
Alle 28 dicembre 2013 01:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Chiapperi ragazze, ci sono andato vicino a tutti e tre, ma non ne ho beccato nessuno. In ordine cronologico: To be or not to be è del 1942, Animal House del 1978, C'era una volta in America del 1984. Vabbe', mi pagherò pure il primo biglietto al cinema del 2014 ...

 
Alle 28 dicembre 2013 07:04 , Blogger bibliomatilda ha detto...

Grazie, All, grazie mille, ne ho da vedere!!! (Ma io che ho fatto durante quest'anno?)

 
Alle 28 dicembre 2013 07:47 , Blogger Sole ha detto...

Ne ho visti 24 al cinema...
ti riporto i miei voti di quelli segnati da te...
- Django 8
- educazione siberiana 5/6
- Effetti collaterali 7
- La grande bellezza 6
- Bling ring 7
- Gloria 7
- La prima neve 8
- Zoran il mio nipote scemo 7,5
- Blue Jasmine 8,5.

quest'anno per me è stato un cinema "solitario", in cui ho visto diversi documentari musicali. Il voto più alto infatti è andato a Searching For Sugar Man.
il peggiore è stato I sogni segreti di Walter Mitti...4!!!
la colonna sonora migliore Il grande Gatsby...

 
Alle 28 dicembre 2013 12:00 , Blogger Alligatore ha detto...

@Biblio
Prego, recuperali ... già, ma cosa hai fatto quest'anno? Bella domanda.
@Sole
Più o meno, come voti ci siamo, devo recuperare Searching For Sugar Man di sicuro... Il grande Gatsby non mi attirava e l'ho saltato. Be', molti dei film visti, sono stati visti in solitaria ...

 
Alle 28 dicembre 2013 17:09 , Blogger Bill Lee ha detto...

io, che di sti film ne ho visti pochi e di cinema capisco ancora meno, credo tu sia troppo buono coi voti.
Su 40 film neanche un insufficenza?

 
Alle 28 dicembre 2013 17:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Hai ragione Bill, sono stato di manica larga ... sono voti poco ragionati, buttati giù d'istinto dopo la visione. Mettendo un punto in meno a tutti, potremmo avere, forse, una cosa più vicina al vero, a parte alcuni film che confermerei in pieno, o forse di più, tipo quelli di Tarantino, Spielberg, Almodovar, Diritti, Haneke, Nickel, Leone, Lubitsch, Larrain, Scola, Zucca, Howard, Rosi, Coppola, Landis, Lelio, Segre, Kechiche, Ozon, Polanski, Oleotto, Allen, Pasolini. Benvenuto in palude e grazie di avermi dato l'idea di variare un pelo ...

 
Alle 28 dicembre 2013 19:22 , Blogger redcats ha detto...

per me still life è stato una depressione unica, non per l'argomento ma per l'evoluzione...
Il regista deve essere un depresso grave...
Formalmente molto ben confezionato, ma per carità....

 
Alle 28 dicembre 2013 19:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Capisco cosa dici Redcats, il finale di Still life lascia decisamente l'amaro in bocca, è un finale struggente, con una fine ingiusta per i protagonisti, come, a volte, ingiusta sa essere la vita ... se fossi stato il regista (e pure sceneggiatore), l'avrei fatto finire in maniera diversa, con una scena di sesso tra lui e lei da entrare nella storia del cinema (come ricci). Ma io non sono un depresso grave, tutt'altro ;)
p.s. nonostante questo, gran film ...

 
Alle 28 dicembre 2013 21:07 , Blogger George ha detto...

Bella classifica, concordo su "Still Life", anche secondo me sarebbe stato più giusto scopassero come ricci alla fine del film, si Eros no Thanatos. Buon anno al cine Ally.

 
Alle 28 dicembre 2013 21:28 , Blogger Elle ha detto...

Se avessi azzeccato le date avresti vinto un biglietto per la Berlinale ahi ahi ahi!
Che bello quando al cinema fanno queste rassegne che non ti fanno sentire in colpa se sei nato molto dopo!

 
Alle 28 dicembre 2013 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

@George
Grazie George, è quello che intendevo, mi hai rubato le parole di bocca ;)
@Elle
Azz, la Berlinale, quest'anno daranno il premio alla carriera al grande Ken Loach, peccato non aver vinto, devo ripassare :(

 
Alle 29 dicembre 2013 10:24 , Blogger Felinità ha detto...

Quello su Hitchcock lo vedo oggi .... bella carrellata sei stato un cinefilo attentissimo - e prodigo di condivisioni -. Ti auguro un 2014 favoloso e sempre molto cinematografico ...... miao ....

 
Alle 29 dicembre 2013 13:18 , Blogger Nella Crosiglia ha detto...

In effetti non ci possiamo lamentare caro Alli, anche se me ne mancano almeno più della metà..
Un abbraccissimo!

 
Alle 29 dicembre 2013 18:10 , Blogger Alligatore ha detto...

@Felinità
Fammi sapere che ne pensi, a me è piaicuto molto (mi piacciono molto i film che parlano di cinema). Grazie, buon 2014 cinefavoloso anche a te...
Miaooo
@Nella
Ti auguro di recuperali presto. Grazie, anche a te un abbraccissimo!

 
Alle 29 dicembre 2013 20:24 , Blogger Felinità ha detto...

Si mi è piaciuto moltissimo, si è un tema che anche a me intriga. Grazie dell'augurio cinefavoloso mi è piaciuto moltissimo. miaooooo
ps
auguri anche al tipo con la coda

 
Alle 29 dicembre 2013 21:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, mi fa piacere questa conferma.
Il tipo con la coda dorme qui vicino a me, arrotolato come una ciambella, ah, ah, ah ...

 
Alle 30 dicembre 2013 10:09 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Vediamo... Django mi è piaciuto così così (non sono una fan sfegatata di Tarantino), diciamo 6 1/2; lo stesso vale per Lincoln, dove però darei 6 1/2 al film e 10 a Daniel Day-Lewis. E 8 1/2 a Blue Jasmine.

 
Alle 4 gennaio 2014 01:59 , Blogger Agricoltore Anacronistico ha detto...

E' la prima volta che ti scrivo, anche se ti seguo da qualche tempo.
Volevo farti i complimenti per l'enorme lavoro che riesci a fare!
Questo post mi ha colpito in modo particolare: quarantanove volte al cinema! In pratica una volta a settimana di media: il mio sogno!
Purtroppo vivo a 65 kilometri dal cinema, e mi è letteralmente impossibile andarci ogni qualvolta lo desideri (amo andarci).
Ho comunque visto Lincoln e Django Unchained,
Del primo ne ho apprezzato particolarmente la fotografia (Janusz Kaminski è uno dei miei preferiti) e la magistrale interpretazione di Daniel Day-Lewis (a dir poco eccezionale e mai esageratamente caratteristica).
Del secondo, seppur non sia un fanatico di Taranrtino, devo riconoscere un'ottima regia, eccezionale prova di Di Caprio ed anche in questo caso stupefacente fotografia. Il montaggio purtroppo non mi è piaciuto molto.
Nel complesso due film che rimarranno nel cuore dei più, con un voto 8 a tutti e due.
Ciao
A.A.

 
Alle 5 gennaio 2014 01:53 , Blogger Alligatore ha detto...

@Silvia
Per me è il capolavoro di Tarantino, i film fatti in precedenza, mi sono sembrate delle prove per arrivare a fare questo (di più cosa potrà fare?).
Concordo su Daniel Day-Lewis, e capisco il perché del voto così alto al film del mio amico Woody (ma è solo perché ami la città dove è ambientato o per altro?).
@Agricoltore Anacronistico
Grazie, pure io mi sono imbattuto in te senza commentare, mi pare. Io abito a 30 km, dai cinema, quindi sono messo un po' meglio. Concordo pienamente su Daniel Day-Lewis, anche Di Caprio nel film di Tarantino si è battuto bene.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page